Il tuo sito è pronto per essere navigato con la voce?

Il tuo sito è pronto per essere navigato con la voce?

La tecnologia vocale è una delle tendenze che sta vivendo una rapida crescita nella sua adozione, tanto che difficilmente è possibile trovare degli altri trend che possono garantire simili ritmi di espansione.

Il merito è, evidentemente, attribuibile alla tecnologia più recente. Si pensi agli speaker intelligenti, che molti di noi sono sempre più abituati ad avere in casa. E se viviamo nell’era di Siri e di Alexa, non si capisce per quale motivo allora la nostra esperienza digitale non possa permettere la navigazione di un sito web attraverso la voce.

Come ci ricordava una importante agenzia di realizzazione siti web Roma, mentre continuiamo a muoverci in maniera spedita verso il futuro, la tecnologia vocale migliorerà la user experience e la navigazione nei siti web, oltre che rendere il completamento degli acquisti online più facile che mai.

Insomma, quel che ci aspetta nel futuro è una maggiore adozione della tecnologia in questione, e un’ulteriore integrazione del comando vocale all’interno delle interfacce web e dell’esperienza utente dei layout e delle applicazioni di web design.

La “voce” dovrebbe dunque confermarsi come principale strumento di “nuova” scoperta dei contenuti da parte del pubblico, e la ricerca vocale diventerà sempre più diffusa. Un numero sempre maggiore di aziende inizierà a ottimizzare i loro siti, strutturandoli in maniera tale che siano più efficaci per le tecnologie di intelligenza artificiale come Google Voice e Alexa.

Evidentemente, non è questa l’unica tendenza della quale il titolare di un sito web o, meglio, un’agency esperta al posto suo, dovrà tenere a mente.

Per esempio, sempre più analisti sono pronti a scommettere che, sebbene spesso le “nuove” tendenze non siano affatto nuove, ma semplicemente colpiscono il pubblico mainstream a causa dell’abbassamento delle barriere all’ingresso, il 2020 potrebbe essere l’anno giusto per il boom dei modelli 3D e del rendering.

Insomma, se le più autorevoli opinioni dovessero diventare realtà, nel 2020 vedremo molto di più il rendering 3D come una delle principali tendenze del web design. Il motivo? La modellazione 3D è stata storicamente molto costosa e fuori dalla portata della maggior parte dei progettisti, ma oggi le cose sono cambiate. I costi diminuiranno in modo significativo, e vedremo rilasciare altri strumenti software di progettazione che renderanno questo modello di progetto disponibile anche a chi non ha una formazione specializzata in tecniche. In altri termini se è vero che di solito, quando i prezzi scendono, la popolarità esplode, non si capisce perchè questo non potrebbe avvenire anche in questo comparto.

Naturalmente, vale la pena di tenere a mente come l’abuso di rendering e altre tecniche di questo tipo finiranno con l’avere anche aspetti negativi o, comunque, elementi che bisognerebbe NON sottovalutare: si pensi all’influenza dei tempi di caricamento, in particolare sul mobile, e così via.

È certamente indubbio che sarà molto interessante cercare di capire in che modo queste tecnologie finiranno con l’impattare sul mondo dei siti web e sulle tendenze che potrebbero impattare ulteriormente sull’evoluzione delle vetrine virtuali…

Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *