Come pulire le zanzariere: consigli utili

Come pulire le zanzariere: consigli utili

Sono sempre di più coloro che vogliono sapere i trucchi su come pulire le zanzariere: ecco perciò delle dritte che potranno rivelarsi molto utili per garantire una protezione elevata contro gli insetti.

Come pulire le zanzariere in pochi passi

Un primo aspetto che vale la pena sottolineare è che le zanzariere possono essere pulite senza andare ad alterare in nessun modo la loro capacità filtrante. Questo diventa importantissimo soprattutto da un punto di vista igienico dato che spesso potrebbe accumularsi sporco e residui di insetti. In primo luogo è utile ricordare che farlo è molto semplice e non serve tanto tempo ma solamente attenzione anche ai minimi particolari.

Inutile disperarsi pensando che non esista una soluzione dato che su come pulire le zanzariere ci sono diverse possibilità in base ai modelli. Le zanzariere si possono lavare ogni qual volta lo si ritenga necessario proprio al pari di un vestito che si indossa quotidianamente. Così come, esse possono anche essere lasciate esposte alle intemperie climatiche quali pioggia, vento o neve, ma è bene pulirle di tanto in tanto. Questo permetterà di farle durare ancora di più. Inoltre un trattamento del genere fa in modo che non si accumuli nemmeno polvere all’interno delle fessure della zanzariera.

Le regole fondamentali per la pulizia delle zanzariera

Coloro che sono alla ricerca di consigli su come pulire le zanzariere non possono fare a meno di considerare alcune indicazioni fondamentali. Per prima cosa, bisogna pulire in maniera regolare la guida della zanzariera plissettata. Il che è da intendersi come un’operazione di pulizia da fare regolarmente di giorno in giorno, o quanto meno due/tre volte alla settimana. Il che garantisce la rimozione dello sporco che si accumula superficialmente e che potrebbe finire per rovinare anche la funzionalità della stessa zanzariera. Senza dover strofinare a fondo né tanto meno esercitando una pressione eccessiva, è utile fare in modo che le varie fessure siano libere e prive di potenziali contaminanti che potrebbero risultare anche pericolosi per la salute. Inoltre è necessario precisare che molti dei prodotti normalmente usati in casa non vanno bene per la pulizia delle zanzariere plissettate. In primo luogo gli acidi e i solventi, così come per grassi e olii che alla lunga possono rovinarle e ridurne notevolmente la durata nel tempo. D’altronde non tutti sanno che la rete e i fili che compongono una zanzariera sono composti di poliestere, proprio come tanti capi di abbigliamento che si indossano abitualmente. Nessuno mai adopererebbe determinati prodotti su una camicia con cui andare a lavoro, per esempio.

Ottenere un ottimo risultato con la pulizia delle zanzariere

Un altro piccolo trucco su come pulire le zanzariere plissettate è quello di usare un panno leggermente imbevuto d’acqua con cui spazzolarla. Tale procedura va messa in atto strofinando questo dall’alto verso il basso senza esercitare troppa pressione sulla zanzariera. Questa va così lasciata ad asciugare e il risultato non potrà che essere una eccellente pulizia che permetterà comunque di far passare aria. Inoltre facendo così la zanzariera sembrerà appena uscita dall’azienda produttrice. Avendo queste attenzioni per la propria zanzariera si possono avere diversi benefici a partire dal senso di maggiore pulizia in casa e una rimozione efficace dello sporco. Oltre a poter togliere le carcasse di insetti che potrebbero annidarsi nelle fessure o anche depositarsi dietro la struttura della zanzariera.

Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *