Come organizzare il trasloco perfetto

Come organizzare il trasloco perfetto

Come affrontare un trasloco senza stress

Affrontare un trasloco non è mai facile. Dopotutto si tratta di trasportare la propria vita da una parte all’altra. D’altra parte, se accompagnato da una buona organizzazione, può essere affrontato senza particolari patemi.

Come abbiamo accennato, la pianificazione è importante. Prima ancora di iniziare a mettere le cose negli scatoloni, sarà opportuno sedersi e stabilire alcune cose, proprio per evitare di lasciare tutto al caso, cosa che porterebbe ad inevitabili difficoltà.

Cose da valutare prima di traslocare

Innanzitutto di che tipo di trasloco stiamo parlando? Abbiamo intenzione di portare con noi anche i mobili? In questo caso forse sarebbe meglio contattare una ditta che si occupi di traslochi. Per smontare, trasportare e rimontare i mobili senza problemi è necessario infatti disporre dell’attrezzatura e dell’esperienza adatti. Per risparmiare qualcosa finiremmo con il rovinare gli arredi o perdere molto tempo ad occuparci di qualcosa che all’apparenza sembra facile ma che nella pratica non lo è. Questo potrebbe comportare la richiesta di alcuni giorni liberi dal lavoro e l’implicazione di amici o parenti.

Abbiamo anche il mezzo necessario, o sappiamo dove affittarlo? Anche in questo caso valutiamo se non sia saggio contattare una delle ditte di traslochi locali, che dispongono del mezzo adatto. Questi mezzi sono dotati di montacarichi per collegare direttamente il balcone con il camion, in modo da evitare sforzi e pericoli nel trasportare mobili o elettrodomestici pesanti.

Liberarsi di ciò che non è necessario

Questo è anche il momento giusto per liberarsi delle cose che non sono necessarie. Mobili, elettrodomestici o soprammobili che non abbiamo intenzione di portare con noi possono essere messi in vendita su un sito di articoli usati o su un gruppo Facebook locale che si occupa proprio di questo.

Una volta che ci siamo liberati di tutto ciò che reputiamo superfluo, prepariamo l’occorrente per impacchettare ciò che porteremo nella nuova abitazione.

Muniamoci del necessario

Procuriamoci degli scatoloni in buone condizioni e che no presentino odori particolari. Non scegliamo dei cartoni troppo grandi, che saranno troppo pesanti per il trasporto e che potrebbero rompersi facilmente.

Per proteggere gli oggetti o le superfici dei mobili ci serviranno dei materiali da imballaggio. Tra i più utili ci sono il pluriball o la carta da imballaggio, che viene inserita nei cartoni per riempire gli spazi vuoti. Non dimentichiamo il nastro adesivo per sigillare i cartoni e per fissare il pluriball attorno alle cose che vogliamo proteggere.

Tempistiche e nuova casa

Non iniziamo ad impacchettare troppo presto, cosa che ci costringerebbe a vivere per settimane immersi nella confusione aumentando il nostro livello di stress, ma non riduciamoci nemmeno all’ultimo minuto.

Parliamo un attimo della nostra nuova casa. Disponiamo le cose in modo che uno o due giorni prima del nostro trasferimento qualcuno abbia già pulito a fondo le stanze, operazione che sarà difficile da compiere con la casa piena di scatoloni e di oggetti in giro.

Non dimentichiamo inoltre di avanzare la richiesta di attivazione della fornitura elettrica e del gas, nel caso in cui questo sia necessario.

Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.