Cagliari Inter, perché ieri Conte si è arrabbiato?

Cagliari Inter, perché ieri Conte si è arrabbiato?

Antonio Conte è sotto pressione, c’è la rabbia dei tifosi, la delusione dei calciatori, le ambizioni sul mercato calcistico che non possono diventare realtà perché gli effetti della Pandemia pesano sull’economia nero azzurra.

Aggiungiamo poi le aspettative sulla Champions League con uno 0 a 2 in casa contro il Real Madrid, il 2 a 3 di trasferta contro il Borussia, lo 00 di mercoledì contro la Shakhtar, il totale considerando tutte le partite: due eliminazioni su due.

Troppe per una squadra di Serie A con grandissimi progetti, a questo punto è lo scudetto l’obiettivo più importante (quote e scommesse antepost su Betn1) e lo ha chiarito Antonio Conte commentando la partita di domani e l’andamento della squadra.

Ecco che cosa ha detto, arrabbiandosi anche con i media.

Antonio Conte ha chiarito che la società era consapevole dei livelli della squadra e della situazione difficile in cui si trova a giocare.

“Io ho intrapreso questo percorso e la proprietà è stata molto chiara” ha raccontato ai giornalisti spiegando il suo inizio incarico nell’Intere.

La società dell’Inter, “mi ha parlato di un percorso di crescita, di valorizzazione, di aiutare questi prospetti di top player a diventare tali.”

Il compito dell’allenatore e lo chiarisce Conte, “La proprietà è stata molto chiara ad agosto anche con i dirigenti, dicendo che sarebbe stata una situazione molto difficile a livello finanziario, per il Covid, e che ci sarebbe stato un rallentamento. E che saremmo dovuti essere uniti, continuando nel percorso dell’anno precedente”.

Gli insuccessi in Champions League mal digeriti

“L’uscita dalla Champions League è stata dolorosa per me e i calciatori.” Ha spiegato Conte portando fuori una rabbia e una delusione che può essere stimolo sul campo di domani ma anche mancanza di energia e motivazione, tutto si gioca domani per l’Inter. “Avevamo rimesso in piedi una situazione che dopo la sconfitta con il Real Madrid era diventata molto difficile, quindi dispiace uscire in questa maniera non riuscendo a fare un gol”.

Bisogna riprendersi, per arrivare allo scudetto o ad un buon punteggio in classifica bisogna riprendersi.

“Bisogna metabolizzare e alzare la testa. Il morale non è alle stelle, è giusto che ci sia dolore per l’uscita, ma sappiamo che bisogna affrontare subito una partita nella migliore maniera possibile.”

In questo momento l’Inter è in terza posizione inseguita da Napoli, non solo nella classifica ma anche nel calcio mercato visto che hanno adocchiato alcuni giocatori insieme.

Anticipi e informazioni su Cagliari Inter: ecco la partita di oggi

Il Cagliari ospiterà l’Inter nella sua arena, oggi alle 12.30, è la prima partita dell’ultima giornata dell’undicesima di campionato. Il match sarà seguito alle 15 da Napoli Sampdoria, Atalanta Fiorentina, Bologna Roma, alle 18 Genoa contro Juventus (in trasferta), Milan (in casa) contro Parma alle 20.45.

Una propobabile formazione dell’Inter è con schema 3-5-2 e questi giocatori: Handanovic, Skriniar, De Vrij, Bastoni, Darmian, Gagliardini, Brozovic, Eriksen, Perisic, Sanche, Lukay.

Il Cagliari con lo schema 4-2-3-1 messo a punto dall’allenatore Di Francesco, schiererà questi giocatori: Cragno, Faragò, Walukiewicz, Carboni, Lykogiannis, Marin, Rog, Zappa, Joao Pedro, Sottil, Pavoletti.

Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *