Albertini, i giudizi su Atalanta-Milan. “indispensabili De Roon-Freuler, Tonali più propositivo.

Albertini, i giudizi su Atalanta-Milan. “indispensabili De Roon-Freuler, Tonali più propositivo.

Questo grande match vedrà duelli nel cuore del campo. Tre giocatori per squadra sono stati esaminati dal grande Demetrio Albertini. Il match sarà sicuramente oggetto di scommesse da parte dei tifosi. Se siete amanti delle scommesse online su questa ed altre partite o altri sport cliccate qui ed avrete maggiori informazioni.

De Roon

Ci stiamo affidando a Demetrio Albertini, un occhio esperto da centrocampista, per darci un parere su alcuni centrocampisti che vedremo in campo nella partita Atalanta-Milan. Iniziamo con De Roon: “parliamo di un giocatore aggressivo che sarà in campo più aggressivo di Freuler. La coppia comunque porta un grande equilibrio della squadra, del reparto e di quella specifica zona di campo”.

Freuler

Agganciandoci a quello detto prima si può dire che insieme a De Roon si compensano e completano. Freuler a differenza del compagno possiede un piede ben educato e riesce a perdere pochi palloni. Risultano due giocatori importanti per l’Atalanta che, come squadra corre in avanti”.

Pessina

Non stiamo parlando di un vero e proprio trequartista. Positiva la sua abilità di occupare gli spazi quando questi sono esigui. Oltre alla qualità per fare questo occorre molta intelligenza. La sua capacità lo porta ad inserirsi nelle linee e questo lo si può fare quando il pensiero è continuo”.

Bennacer

Giocatore moderno che può essere considerato di raccordo cioè rappresenta una congiunzione. Nello sviluppo del gioco è il giocatore di trasferimento. Nella mediana rossonera si va ad integrare bene anche perché i centrocampisti della squadra hanno tutti delle diverse caratteristiche. In quelle zone c’è una bella amalgama per il Milan”.

Tonali

“Oggi non si ferma al compitino ed appare in campo molto più propositivo. E’ arrivato alla conclusione che il suo ruolo viene giudicato molto dallo sport. La cosa che mi rimane strana è che stiamo parlando di un giocatore giovane che fino ad oggi ha giocato in provincia e che avrebbe bisogno di un tempo di ambientamento. Rispetto all’arrivo oggi è un altro giocatore e si sta giocando le sue carte ma ancora la strada è lunga”.

Kessie

“E’ ad un punto della carriera dove il ruolo in campo è di mezzala alla vecchia maniera. Possiede una grande fisicità ed è molto propenso al gol. Ora non deve farsi distrarre dai fattori esterni anche se non sempre si riesce a non essere coinvolti. Il problema è che la cosa che ne risente subito è il rendimento in campo”.

Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.