Gio. Feb 29th, 2024

Videosorveglianza: consigli utili per un sistema di sicurezza

di Admin Gen 5, 2024

Le telecamere di sicurezza rappresentano uno strumento prezioso per difendersi da intrusioni e accessi non autorizzati nelle proprie abitazioni. Ma, per garantire un’efficacia ottimale, è fondamentale che la loro installazione avvenga in maniera strategica e nei luoghi appropriati. Quali sono le strategie e i luoghi migliori per installare le telecamere di videosorveglianza?

Qual è il posizionamento ideale per le telecamere all’esterno di un edificio? In che modo si dovrebbero posizionare le telecamere all’interno? Scopriamo alcune informazioni utili per capire come e dove installare delle telecamere di videosorveglianza in modo efficace.

Consigli utili per le telecamere di sicurezza

Per garantire un’efficace sicurezza tramite la videosorveglianza, è fondamentale collocare le telecamere in luoghi strategici, facendo attenzione a zone potenzialmente vulnerabili, come l’entrata principale al piano terra e le finestre del primo piano.

Una strategia efficace potrebbe essere quella di sistemare le telecamere esterne al di sopra del telaio della porta o della finestra. Ma qual è il metodo ottimale per installare le telecamere di sorveglianza per prevenire possibili intrusioni? È raccomandabile installarle in posizioni facilmente visibili, poiché questo può scoraggiare i criminali dal tentare di intrufolarsi.

Le telecamere possono essere fissate dall’alto, al soffitto o alla parete con supporti dedicati e orientandola verso il basso. Questi dispositivi possono essere installati di fronte, montando la telecamera su un mobile o un tavolo rivolto verso la finestra o la porta. Posizionare la telecamera di fronte alla porta principale offre il vantaggio di monitorare un’area più ampia dell’abitazione. Per determinare le posizioni ideali per le telecamere è essenziale considerare altri fattori importanti come l’altezza, il campo visivo e l’illuminazione.

Come fare la scelta giusta

Tra le offerte disponibili in riferimento alla videosorveglianza, ricordiamo il kit SuperOKKIO di Sicurezza.pro, sistema d’allarme completo, dotato di sensori wireless e di vari accessori, già pronto per l’uso. Nel kit sono compresi una centralina a tripla frequenza, sensori, controllo della batteria interna e protezione da jamming, sirena incorporata e funzione di auto-impostazione.

È disponibile anche un combinatore telefonico con funzionalità di risposta vocale e controllo a distanza, oltre a varie opzioni di emergenza e telecomandi. L’installazione è semplice e veloce e il kit è facile da utilizzare. Il sistema antifurto è ideale per abitazioni, uffici e negozi. È affidabile, ha un’alta resistenza ai falsi allarmi ed è altamente espandibile, perché non ci sono limiti al numero di sensori che si possono aggiungere. È possibile integrare altri dispositivi di rilevazione per ogni esigenza, anche in una fase successiva. Il sistema può essere arricchito da dispositivi come la telecamera IP CAM-PRO con alta definizione, connessione wireless e capacità di visione notturna. Un dispositivo che offre un controllo motorizzato a 360 gradi e un’applicazione gratuita compatibile sia con dispositivi Android che iOS.

L’installazione delle telecamere di videosorveglianza

Quando si parla dell’installazione di telecamere di sicurezza, tre aspetti da prendere in considerazione sono la posizione in termini di altezza, l’ampiezza della zona che possono monitorare e le condizioni di illuminazione nell’area.

Sia nelle abitazioni private che in ambienti esterni, è fondamentale posizionare la telecamera ad un’altezza ottimale per prevenire manomissioni da parte di intrusi. Un’altezza di circa quattro metri è spesso ideale, poiché consente alla telecamera di funzionare efficacemente e, allo stesso tempo, la rende difficilmente accessibile a persone con cattive intenzioni. Comunque, è sconsigliato posizionare la telecamera oltre questa altezza.

Il secondo elemento da considerare è il raggio di azione della telecamera. Questo deve essere scelto in base alle dimensioni dell’area da sorvegliare: per spazi piccoli, sono adatte telecamere con un raggio di azione limitato, mentre per aree più vaste si dovrebbero preferire dispositivi con un raggio più ampio.

L’ultimo aspetto, ma non meno importante, è quello dell’illuminazione. Una corretta illuminazione è essenziale per massimizzare l’efficacia delle telecamere di videosorveglianza. È importante considerare le variazioni di luce durante il giorno e assicurarsi che non ci siano problemi di retroilluminazione o di eccessiva esposizione alla luce diretta. La retroilluminazione può creare zone oscure che impediscono al sensore della telecamera di rilevare chiaramente le immagini, mentre un’eccessiva luce diretta può abbagliare e ridurre le prestazioni del sensore.

By Admin

Related Post