Finanziamento Personale 2020: conviene prenderne uno?

Finanziamento Personale 2020: conviene prenderne uno?

Conviene prendere un finanziamento personale nel 2020? Non sempre è facile rispondere a questa domanda e, spesso, chi dà una risposta netta e decisa, indipendentemente dalla condizione in cui si versa, può cadere in errore.

Prima di entrare nel dettaglio della questione, però, c’è da specificare bene cos’è un finanziamento personale.

È, in pratica, una sorta di prestito che non ha un fine ben preciso senza specificare all’istituto a cosa è dovuto (a differenza del mutuo, ad esempio, dove il prestito è finalizzato all’acquisto di una casa) e se serve per acquistare qualcosa. Non devi, quindi, dire prima all’istituto per quale ragione tu voglia chiedere questi soldi.

Spesa o investimento?

Perché vuoi richiedere un finanziamento personale?

Hai avuto una spesa improvvisa o hai deciso di fare un investimento? È vero, non hai necessità di riferirlo in via ufficiale all’istituto ma è una domanda che devi fare a te stesso. Per comprendere tante cose.

Perché lo scenario cambia completamente se hai una spesa imprevista oppure vuoi aprire, ad esempio, un’attività o investire in qualche macchinario. Partiamo dal primo punto.

Nel caso tu fossi in difficoltà economica hai poco da ragione: a meno che tu non abbia altre soluzioni (ad esempio chiedere alla tua azienda di fare più straordinari o stringere la cinghia a più non posso), non hai altre alternative.

Se, però, vuoi fare un investimento valuta bene. Chiedere e ricevere un prestito non è un aspetto da poco e potrebbe stravolgere la vita nel bene e nel male. Nel bene perché se l’investimento dovesse andare a buon fine tu hai svoltato mentre, in caso contrario, ti ritroveresti pieno di debiti.

Hai un garante?

Avere un garante può farti risparmiare soldi e darti qualche certezza

Prima di cimentarti in un finanziamento personale, assicurati di avere un garante, qualora tu non dovessi fornire le certezze necessarie per dare quelle sicurezze che si richiedono in questi casi.

Questo per almeno due motivi. Il primo è quello più scontato: avere un garante – con magari uno stipendio o una pensione ‘certa’ – ti garantisce possibilità maggiori che la richiesta di finanziamento venga accettata, poiché l’istituto di credito è più propenso a darti quanto chiedi.

Il secondo è che il garante potrebbe aprirti le porte a un risparmio economico notevole. Prendiamo, ad esempio, l’assicurazione: quest’ultima non è obbligatoria ma se non hai il garante potresti essere costretta ad attivarla. E, ti assicuriamo, che non sono certo due bruscolini.

Attenzione, però, al tipo di garante che hai: ovviamente, più certezze dà e più hai la possibilità di risparmiare e di vederti accettato il prestito.

Anche perché non tutti i garanti sono uguali. Ovvio che un pensionato di 85 anni non è certamente uguale a un dipendente pubblico di 30, anche se, entrambi, ogni mese hanno una risorsa fissa garantita.

Quindi, in altre parole, più il garante è affidabile e più è meglio per te. E, anche, per l’istituto che dovrà erogarti il finanziamento.

Spesso conviene allungare le rate

Non è detto che rate più lunghe siano più problematiche

Quante volte hai pensato di ridurre al minimo la tempistica di saldo del prestito? Certo, da un lato può essere una cosa positiva ma, dall’altro, non è detto che, paradossalmente, rate mensili più ‘pesanti’ vengano apprezzati dagli istituti di credito.

Questo perché se prendi 1500€ mensili, ad esempio, e fai una rata di 500€ ogni mese potresti avere delle difficoltà economiche e la banca, facendosi due calcoli, potrebbe perfino dirti di allungare le rate rendendole più ‘soft’. Il motivo? Presto detto: se tu dovessi avere una spesa imprevista, come faresti? Riusciresti a saldare comunque le rate o andresti in affanno?

Sembrano aspetti di poco ma in realtà, quando si chiede un finanziamento personale, vanno visti tutti gli aspetti.

Per questo, quindi, prima di chiedere un prestito fai mente locale del limite massimo fino al quale puoi spingerti per chiedere un prestito, in modo da valutare i costi e capire se, effettivamente, ti conviene.

È possibile ottenere un prestito personale senza busta paga? Ebbene sì! Cercando su internet, mi sono imbattuto nella guida ai prestiti senza busta paga di Prestitisenzabusta ed ho capito che si ha la possibilità di ottenere un prestito (medio/piccolo) anche senza avere un lavoro.

Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *