Bitcoin, ultime notizie sulla criptovaluta più famosa al mondo

Bitcoin, ultime notizie sulla criptovaluta più famosa al mondo

I Bitcoin sono la criptovaluta più famosa e utilizzata al mondo ma non è l’unica, basta guardare qualche servizio che accetta i pagamenti in cripto per vedere altre sigle o portafogli specializzati. Nel settore delle scommesse sportive e del trading si accettano anche le criptovalute, vedi www.criptobet.it, nel mondo circolano ben 1600 criptovalute. Insomma, un settore che non si ferma nonostante tante criticità e anche un quadro giuridico che non riesce ad andare avanti troppo velocemente. Esploriamo le ultime notizie riguardo i Bitcoin.

Andamento Bitcoin

Al momento della scrittura, un bitcoin vale 18.583,55 euro. Quando un bitcoin valeva meno di un euro tutti correvano ad acquistarlo pensando alla crescita ma da un anno si vive una tendenza al ribasso, una crisi dovuta a sfiducia, concorrenza di altre criptovalute, crisi globali che portano gli investitori al concreto e sicuro, il mondo cripto per molti è ancora molto e troppo grigio.

Ad oggi, primo luglio 2022, il valore BTC scende di 498,51 euro, -2,57%.

Questa descresci da cinque giorni è del 6,62%, ovvero -1300 euro circa, da un mese il valore btc perde quasi diecimila euro, -33,59%. La tendenza annuale è ancora molto peggio, 55%, più di ventimila euro. Questi valori portano istituti, analisti e anche le grandi società a riflettere sui bitcoin.

I bitcoin dopo la bancarotta di Three Arrows, il racconto del Fatto Quotidiano

I digital asset o beni digitali sono l’elemento fondamentale dei bitcoin e della blockchain, il mondo degli asset digitali è fortemente diversificato e comprende tante cose: beni fisici, strumenti finanziari, proprietà. C’è poi chi fa la differenza tra beni digitali nativi al 100% come digitali o beni che sono diventati con il tempo digitali.

Dato che l’economia digitale è collegata, i bitcoin e altre criptovalute soffrono scossoni di mercato importante, specie quando ad affondare è proprio un hedge fund, il Three Arrows Capital, specializzato in monete e asset digitali. Messo in liquidazione da un tribunale ha creato problemi al broker Voyager Digital con i suoi crediti da 675 milioni di dollari, lo scossone sui bitcoin è stato del -58% sul valore.

Poi l’intervento anche della Federal Reserve che ha avviato una stretta monetaria, la banca centrale statunitense, racconta FQ, ha smantellato la natura di investimento alterativo e difensivo rispetto alle borse.

Quando si parla di investimento alterativo e difensivo bisogna pensare alla concetto rivoluzionario con cui nascono le criptovalute e anche alle iniziative libere di investitori piccoli e grandi che vogliono scavalcare e anche rompere schemi poco inclusivi della grande finanza. Tutti vogliono diventare investitori, tentare la scalata finanziaria ma è anche un discorso di “democrazia delle risorse”, della loro distribuzione. La Federal Reserve difende però un sistema che per essere rotto ha bisogno di leggi forti che dalle piccole rivoluzioni possono sicuramente prendere qualcosa, imparare, farle proprie. Qui un articolo scritto nel periodo della crisi Gamestop.

Bitcoin in discesa, le considerazioni della Deutsche bank

Punto Informatico analizza un articolo di Bloomberg, ed ecco le profezie della Deutsche Bank sul mercato crittografico. Una delle più importanti banche centrali in Europa e importante per l’equilibrio finanziario comunitario, analizza la crescita o decrescita dei BTC, la stima è di 28.000 euro entro la fine dell’anno.

Quindi, c’è o non c’è la crescita dei Bitcoin? Deutsche Bank procede per teorie e ipotesi, afferma che la crescita potrebbe esserci ma avverte che la caduta libera delle criptovalute potrebbe continuare. La crescita dei Bitcoin continua se correlati alle azioni statunitensi, quindi al Nasdaq 100 e all’S&P 500, valori reali e collegati a grandi società e investitori che sicuramente hanno a che fare con il mondo crittografico e blockchain.

Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.