La rivoluzione del gambling targata 5G

La rivoluzione del gambling targata 5G

La grande novità del futuro (anzi già del presente) è una connettività diffusa e rapida. Ecco come cambierà il mondo del gioco.

Ripartire e innovare. Sono questi i due verbi fondamentali per uscire dalla crisi scoppiata con la pandemia Covid 19. Un 2020 terribile seguito da un 2021 per alcuni tratti anche peggiore. Ci sono stati lockdown, quarantene, zone rosse, limitazioni e chiusure forzate, campagne vaccinali che non partivano e vaccini che sono stati ritirati. E oltre ai tanti casi e alle tantissime persone scomparse a causa di questo virus, a soffrire è stata anche l’economia.

I settori colpiti dalla crisi

All’interno di questo grande contenitore, chi più e chi meno, ci sono finiti tutti: dai ristoratori al settore del wedding, dalle fabbriche alle scuole, fino ad arrivare a quelle filiere di cui non sentiamo mai parlare e che, quindi, sembrano non esistere. Eppure danno il pane quotidiano a tantissimi lavoratori.

Tra queste c’è senza dubbio la filiera del gioco legale, particolarmente colpita dalla pandemia. È proprio qui che i verbi ripartire e innovare stanno trovando più compiuta realizzazione.

Il planning strategico del Gambling

Il settore del gambling, infatti, ha iniziato a guardare nuovamente al futuro con speranza grazie ad alcune novità tecnologiche.

Il 5G ad esempio, oppure l’implementazione dell’Intelligenza Artificiale. Con la modernità e la tecnologia, insomma, la rete è destinata a cambiare pelle e ripartire con una marcia in più. Grazie a questi cambiamenti, infatti, i casinò online sono riusciti a far fronte alla chiusura del comparto fisico e a limitare il segno meno in bilancio. Ci sono riusciti soprattutto grazie alla richiesta continua di innovazione e formazione, di sviluppo e programmazione.

E il futuro, dicono gli esperti, correrà sempre di più sui canali del mobile e della connettività rapida. Il 5G infatti avrà come maggiore conseguenza un’accessibilità incrementata e diffusa, che si può tradurre in una accresciuta possibilità di gioco. I dati, insomma, supereranno e non di poco i 4.5 miliardi di utenti connessi ad oggi.

Ma col 5G sono pronti a cambiare anche la giocabilità, la grafica, il gameplay, la velocità di gioco e la possibilità di collegarsi e quindi giocare ovunque. Una trasformazione che a fine 2021 toccherà quasi il 90% della popolazione giocherà da smartphone. A cambiare insomma sarà lo stesso concetto di gioco. Perché la rivoluzione digitale è già iniziata.

Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *