Sciame sismico del Pollino, altre scosse in provincia di Cosenza
20 agosto 2012 - 19:07
segui su facebook

COSENZA / La terra trema tra Calabria e Basilicata.

Alcuni abitanti tra le province di Cosenza e Potenza hanno nettamente percepito nella serata di domenica due scosse di terremoto, scatenatesi a circa 5km di profondità sotto ai comuni di Rotonda, Laino Castello e Mormanno. Gli episodi, verificatisi tra le 19.45 e le 00.27, con magnitudo pari a 3.7 e 2.7, rientrano nello sciame sismico che da mesi si registra tra le due regioni.

Tali fenomeni infatti sono solo gli ultimi di una lunga lista che quest’anno ha contato più di 560 scosse. Il ripetersi di queste manifestazioni ha cominciato a destare qualche preoccupazione tra la popolazione e le amministrazioni locali, tuttavia la zona del Pollino, classificata come ad alto rischio sismico (VEDI LA MAPPA), non ha mai fatto registrare episodi di notevole gravità.
Lo sciame sismico finora ha segnato sulle carte dei sismografi picchi di medio-bassa entità, ma a tremare assieme al Pollino è anche la zona a sud di Cosenza.

Secondo l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia anche i comuni di Rende, Montalto Uffugo, San Fili, San Marco Argentano, Lattarico, San Vincenzo La Costa e Cavallerizzo di Cerzeto sono rimasti coinvolti nelle scosse degli ultimi mesi, con episodi percepiti dalla popolazione e molti altri di entità talmente debole da essere a malapena registrati dai sismografi.