Roma nella morsa dei roghi, da Monte Mario a Tivoli
1 agosto 2012 - 18:05
segui su facebook

ROMA / Le fiamme fanno paura in più zone della capitale.

Dopo la giornata di lunedì, in cui gli incendi hanno minacciato la vegetazione nei dintorni della stazione Cipro (L’ARRIVO DEI VIGILI DEL FUOCO), ancora incendi nelle zone periferiche di Roma.

Coinvolte alcune zone nel XVI comune, in cui il rogo ha raggiunto alcune abitazioni e ha costretto i cittadini a intervenire con dei secchi d’acqua e pompe domestiche, in attesa dei soccorsi, arrivati molto in ritardo a detta del sindaco.

Vegetazione non curata, sporcizia e mozziconi di sigaretta hanno incentivato lo sviluppo dell’incendio. I vigili del fuoco, intervenuti anche in località Monte Mario e La Storta, attribuiscono l’origine del rogo proprio a una sigaretta lanciata via ancora accesa. Spento l’incendio, un ettaro e mezzo di nera desolazione si è presentato agli occhi della gente.

Difficoltà registrate anche lungo le arterie stradali e ferroviarie: la Cassia e la A24 sono state chiuse all’altezza degli svincoli Cassia bis e Tiburtina, mentre la rete ferroviaria tra Roma e Viterbo è stata chiusa per qualche ora, prima di domare un incendio scaturito da alcune sterpaglie.

La presenza di roghi è stata segnalata anche fuori Roma, in particolare a Tivoli (QUI LE IMMAGINI), dove a dare origine alle fiamme, secondo i vigili del fuoco, sono stati dei piromani.