Monte dei Paschi: entro 2015 chiuse 400 filiali e 4600 licenziamenti
27 giugno 2012 - 11:34
segui su facebook

SIENA / Monte dei Paschi prevede un nuovo piano di lavoro entro la fine del 2015.

Il consiglio di amministrazione della banca senese ha attentamente valutato la propria situazione e ha chiesto al consiglio dei ministri di poter attingere ai cosiddetti Tremonti bond per 2 miliardi di euro. Tale manovra permetterà, secondo Monte dei Paschi, a far fronte alla richiesta della Eba di colmare al più presto il deficit attuale di 3,3 miliardi di euro.

Il piano industriale, elaborato durante una lunga riunione, prevede tre punti principali: un rafforzamento della quantità e della qualità del capitale, il riequilibrio strutturale della liquidità e il raggiungimento di livelli sostenibili di redditività.
Per rispondere a tali prospettive, Monte dei Paschi ha annunciato la chiusura di 400 filiali, il licenziamento di 4600 persone, tra cui un centinaio di dirigenti, e l’introduzione di una nuova versione di banca online.