Lampedusa, ripresi gli sbarchi: 400 migranti arrivati in un giorno
19 agosto 2012 - 17:12
segui su facebook

PALERMO – Il mare in buone condizioni è un richiamo troppo forte per lasciarsi scappare un’occasione che potrebbe non tornare più: imbarcarsi e sperare in un futuro migliore.

Lontano dalle guerre, dagli stenti, dalla paura, verso un mondo che sembra offrire libertà e mille opportunità. A Lampedusa ieri sono arrivati 400 migranti in un giorno, tutti ospitati nel centro d’accoglienza di contrada Imbriacola (sopra: immagini del soccorso delle motovedette della guardia costiera agli oltre 350 migranti sbarcati a Lampedusa nelle ultime 24 ore. Video da “Thenewsman”).

L’ingresso dello stabile è stato riparato dopo l’incendio appiccato per protesta da un gruppo di extracomunitari, che lo aveva distrutto a settembre scorso. Gli extracomunitari sono arrivati stipati, in barconi di fortuna, con molte donne, alcune incinte.

Alle autorità è sembrato di vedere le scene di un anno fa, quando la guerra in Libia spingeva a raffica carrette di fortuna in mare, per raggiungere il territorio italiano.

Un primo moto-pesca di legno lungo 15 metri, è stato avvistato da un aereo islandese, della missione europea Frontex. Visto il mare mosso e le cattive condizioni dell’imbarcazione, è scattato l’allarme. Le motovedette della capitaneria di porto hanno raggiunto la barca stipata di migranti sub-sahariani alle 14.30 di ieri pomeriggio, hanno caricato le 231 persone a bordo, tra cui 33 donne e 4 bambini, trasportandole a riva.

Più tardi è arrivato un altro barcone di 10 metri con 126 migranti, avvistato a 14 miglia da Lampedusa da un elicottero della marina militare. I migranti, probabilmente tunisini, sono stati trasportati a bordo di 2 imbarcazioni della guardia costiera e una della finanza.