Costa Concordia: lo scafo ruota, ma non scivola
14 giugno 2012 - 19:45
segui su facebook

ISOLA DEL GIGLIO / Lo scafo sta lentamente ruotando, ma gli spostamenti della Concordia non sono significativi.

Ad affermarlo i tecnici che tengono monitorato lo scafo della nave da crociera ormai da mesi. Da gennaio, quando la Costa Concordia si è incagliata sul fondale dell’Isola del Giglio, poche variazioni sono state registrate.
Il relitto si è mosso seguendo i ritmi delle condizioni atmosferiche e del mare, di pochi centimetri, considerato un arco di tempo di sei mesi.

Le strumentazioni che tengono sotto controllo lo scafo registrano dati con sistemi ad alta precisione e sensori indipendenti gli uni dagli altri, messi a disposizione dal dipartimento di scienze della terra dell’università di Firenze e da altri enti di ricerca, fra cui uno di rilevanza europea.

Smentiti gli allarmi e nessun valore eccezionale si è registrato: la nave ruota verso il mare, a prua di un metro rispetto alla posizione originale, a poppa di cinquanta centimetri, e mentre la punta del relitto è scesa circa di un metro, la poppa si è lievemente sollevata di una quindicina di centimetri.

Confermata invece la dichiarazione di Costa Crociere, secondo la quale la Concordia verrà rimossa entro dodici mesi.
Da maggio le società che si occupano di controllare il fondale (FOTO DEI PRIMI MEZZI NAVALI) sono già sull’isola, per le operazioni preparatorie quali campionamento delle rocce su cui poggia la nave.