Arresto nel clan “Lo Russo”: armi senza porto e droga in casa
4 luglio 2012 - 12:16
segui su facebook

NAPOLI / Ventiquattrenne arrestato dai carabinieri per detenzione di armi e munizioni senza licenza.

Mariano Torre, affiliato al clan “Lo Russo” è stato fermato dopo esser risultato irreperibile dalla fine di maggio. Il clan controllava i quartieri di Piscinola, Marianella e Miano, e il nome di Torre era già noto alle forze dell’ordine.

I reati a carico del giovane sono stati aggravati durante l’irruzione delle forze dell’ordine nell’appartamento: Torre era in possesso di una carta d’identità contraffatta e di 2,5 grammi di cocaina, divisi in 12 piccoli pacchetti.

Durante l’operazione i carabinieri si sono trovati di fronte anche un altro giovane, di 25 anni, accusato in stato di libertà per favoreggiamento personale, dopo aver tentato di evitare l’arresto di Torre, che invece l’ordinanza di custodia cautelare ha già portato al carcere di Poggioreale.