Apple: iPhone5, il primo senza Jobs
13 settembre 2012 - 12:24
segui su facebook

LOS ANGELES – Sul palco dello Yerba Buena Arts Center di San Francisco, in California c’è l’ad di Apple, Tim Cook a presentare l’iPhone5, il primo senza Steve Jobs. Lo smartphone di sesta generazione: più leggero, display a 4 pollici, connettività LTE e come cuore il chip A6 e iOS6 (sopra: immagini dell’ultima apparizione in pubblico di Steve Jobs, conferenza della Apple nel 2011).

“Il migliore che abbiamo fatto”, dice il numero uno di Apple. Pesa 112 grammi, è spesso 7,6 millimetri. Proprio a questo prodotto di Cupertino, ancor più, si spera, alla sua ultima versione, si dice sia legato il 50% del fatturato della Mela.

L’iPhone 5, non Nuovo iPhone, come anticipato in precedenza, mantiene la larghezza del 4s, ma è più alto e più fino. Il vetro sulla parte posteriore è scomparso, ora è in metallo e ha controlli touch integrati nella superficie anteriore, in 2 colori: bianco o nero.

Il display Retina del nuovo iPhone è widescreen in formato 16:9, con una risoluzione di 1136×640 pixel. Il “cuore” dello smartphone è il chip A6, la potenza è doppia, assicura la Apple, rispetto alla generazione precedente.

La connessione avrà capacità LTE, per la banda larga mobile ad alta velocità. E poi, connessione Usb 2.0 attraverso il nuovo connettore: “Lightning”, fulmine. Anche sulla batteria le novità sono notevoli: 8 ore di conversazione, assicura la Apple, o 8 di navigazione 3g/LTE, 10 ore in wifi, 10 ore di riproduzione video, 40 ore di musica e 225 ore in standby.

Miglioramenti anche sulla fotocamera, sempre da 8 megapixel, ma la lente diventa a 5 elementi con illuminazione, e apertura a f/2.4, più rapida. Per quanto riguarda l’audio, l’iPhone 5 ha uno speaker di qualità più elevata, con 3 microfoni, uno frontale, uno inferiore e uno sul retro.

Il costo del prodotto non appare cambiato rispetto al modello precedente. In Italia, iPhone 5 sarà disponibile dal 28 settembre.